Home Scrittura Come Scrivere un Libro Autobiografico

Come Scrivere un Libro Autobiografico



Scrivere un libro richiede grandi capacità tecniche, ancor prima della fantasia e della creatività di un autore, conoscenza della grammatica e della lingua nella quale si intende proporre la trama.

Scrivere un romanzo autobiografico tuttavia può risultare più semplice, la trama non dovrà far altro che seguire le esperienze di vita realmente vissute, i percorsi, le scelte, le gioie e i dolori, racchiudendo ogni emozione su carta.

Questo non significa che non vi siano alcune regole generali da dover seguire per la stesura di un testo autobiografico.

 

GUIDA PRATICA PER LA STESURA DI UN ROMANZO AUTOBIOGRAFICO

EFFETTUA RICERCHE: anche se si tratta della vostra storia reale di vita cercate di ripercorrere a ritroso gli eventi, servendovi di fotografie, video, diari e tutto ciò atto a documentare il vostro percorso di crescita. Alcune volte la mente non riesce a ricordare perfettamente i particolari, questo metodo potrebbe quindi essere d’aiuto.

PARLATE CON AMICI E PARENTI: dovrete munirvi di un block notes per appuntare le diverse versioni della storia attraverso amici e famigliari. Capita spesso che alcuni particolari non coincidano con i ricordi della persona direttamente interessata. Impostate alcune domande specifiche da porre, in modo tale da poter elaborare ogni singola risposta e punto di vista.

INTRAPRENDI VIAGGI RICOGNITIVI: prendete in considerazione l’idea di raggiungere parenti lontani, oppure di contattarli attraverso il sistema delle videochiamate. Per chi vive lontano dalla sua città natale potrebbe rivelarsi un’ottima idea dalla quale trarre ispirazione. In alternativa concentratevi sui luoghi importanti per la vostra famiglia, risalendo all’albero genialogico e ai vostri antenati predecessori.

CREA ARCHIVI FAMIGLIARI: un’altra idea alternativa è quella di risalire alla fonte dei documenti di famiglia conservati. Lettere, annotazioni, vecchi albun fotografici, tutto ciò che può aiutarvi a capire i processi o le situazioni di guerra attraversata dai vostri nonni e bisnonni.

PUNTA SULLA TRASFORMAZIONE: molti dei libri autobiografici che hanno segnato la storia della letteratura si sono avvalsi di un progetto interno, un punto focale incentrato sul cambiamento repentino di vita, attraverso un viaggio, un’esperienza decisava, una difficoltà attraversata, ecc. In questo modo la trama aumenterà di valore, fomentando l’attenzione del lettore.

TROVA ISPIRAZIONE ATTRAVERSO ALTRE BIOGRAFIE: leggere altre biografie può essere un ottimo metodo per assimilare la struttura di un libro dello stesso genere che si intende presentare. Molte biografie si rifanno alla sifda attraversata dai propri autori.

CONCENTARTI SUL PUNTO DI PARTENZA: onde evitare di incappare nel rischio di inserire una sequenza di dati ed eventi monotoni, dovrete cercare di immaginare la vostra vita dapprima in lontananza. Particolarmente utile sarà porsi una serie di domande, ad esempio: qual’è la parte centrale più importante della vostra vita? Quali motivazioni vi hanno spinto a creare una biografia di memorie? Quali ostacoli avete superato lungo il cammino? In che modo la vostra personalità ne è uscita rafforzata?

PERSONAGGI PRINCIPALI: oltre voi stessi dovrete decidere chi e per quale motivo, sotto forma di personaggi protaginisti e secondari o antagonisti, dovranno essere inseriti.

LUOGHI E AMBIENTAZIONE: dovrete scegliere in quali luoghi si svolgerà l’intera vicenda, servendovi di accurate descrizioni.

FINALE: dovrete inoltre delineare un finale, un punto in cui interrompere la vostra storia senza cadere nella trappola del banale o dello scontato. Appuntato in bozza ogni passaggio e idea sarete finalmente pronti per cominciare la stesura del vostro romanzo autobiografico.