Home Libri La Certezza del Dolore

La Certezza del Dolore



Titolo del Libro: La Certezza del dolore

Nome Editore: Montag

Autore: Andrea Cerri

Nato a Velletri quaranta anni fa. Laureato in giurisprudenza alla Sapienza di Roma. Scrivo per passione, inoltre la scrittura è un hobby che si può praticare in casa senza comprare attrezzature che poi non userò più e senza il bisogno di svegliarsi presto mentre gli altri dormono. Diciamo che ho scelto questo hobby per comodità. Ho provato con il bricolage ma alla fine manca sempre un pezzo, il giardinaggio poi non ne parliamo.

 

Il Libro

Il libro racconta una storia d’amore dei nostri tempi. Se vi è un tratto di originalità questo è sicuramente dato dai protagonisti, Fabio e Cristina. Lui, che dai suoi pochissimi amici viene chiamato l’altro Fabio per distinguerlo dall’amico di una vita Fabio Terzi, è un ragazzo molto insicuro, solo e riservato. Un ragazzo che non si avvia a diventare uomo ma che si lascia consumare dai giorni sempre uguali e che sta crescendo solo anagraficamente, imprigionato com’è nelle sue paure.

L’abilità che ha sempre avuto nello studio, in particolare va sottolineata la sua bravura con i numeri, lo ha portato ad avere un lavoro sicuro come impiegato di una grande agenzia di assicurazioni. Tuttavia neanche la promozione ottenuta, da lui per altro mai cercata, porterà significativi miglioramenti nella sua vita. Le sue giornate trascorrono uguali, incasellate in una sequenza di gesti ripetitivi. Improvvisamente viene colpito da una disperazione feroce, spietata. Un evento questo che lo porta addirittura a meditare il suicidio.

Cristina, la protagonista femminile, è una ragazza di circa ventotto anni, nel libro non viene specificata la sua età ma si capisce che tra lei e Fabio passa la differenza di pochi anni (andavano nella stessa scuola). Cristina è affetta da una malattia neuro-degenerativa; non ha mai camminato benissimo e ormai si sposta solo in carrozzina. Questo però non le impedisce di stare sempre in movimento. Un moto continuo fatto di pensieri veloci, azioni repentine, sbalzi di umore, il tutto condito da una sua ironia dissacrante e sarcastica, a volte fastidiosa.

Nella presentazione di un personaggio così particolare vengono affrontati temi delicati, di cui si parla poco e male: la sfera sessuale delle persone con disabilità è certamente il più importante tra questi. Un argomento da molti considerato tabù, quasi come se i disabili non avessero una vita sentimentale o fossero totalmente esclusi dalla sessualità. Viene accennato il tema dell’assistenza sessuale ma soprattutto, sempre in argomento di disabili e sesso, viene presentato nel libro il fenomeno del devotismo: l’attrazione verso i disabili. i devoti sono coloro che provano, in maniera più o meno feticistica, uno specifico interesse per le persone disabili.

In questa parte non ho voluto esprimere giudizi e mi sono limitato a descrivere il fenomeno, ho inoltre inserito un racconto, se vogliamo indipendente dalla storia, che vede Cristina alle prese con un’avventura del genere.

La storia poi prosegue fino all’incontro con Fabio che avviene in modo inaspettato, ne segue una relazione che pur tra tante difficoltà prende vita e inizia a muoversi da sola tra i tentennamenti di lui e gli incoraggiamenti di lei che lo sprona anche con modi bruschi. Pur non essendo la coppia dell’anno i due insieme sembrano funzionare meglio che da soli. Fino all’incidente di Fabio.

Durante una serata tra amici, lui, Fabio Terzi e Andrea, mentre giravano in macchina per la città, vengono travolti da un furgone portavalori guidato da due rapinatori in fuga. La situazione di Fabio appare subito gravissima. Viene operato e pur riuscendo a sopravvivere rimane paralizzato. I medici non azzardano previsioni definitive e lasciano trasparire parlando con i genitori di lui un moderatissimo ottimismo. Questa sua paralisi temporanea lo fa ripiombare nella solita disperazione, nel solito grigiore. Trovarsi sullo stesso piano di Cristina lo destabilizza. Rifiuta gli aiuti della fisioterapista e non risponde alle domande dello psicologo, quando lo fa è solo per offendere.

Cristina non accetta questa resa incondizionata di lui e dopo una furibonda litigata lo abbandona lasciandolo solo in ospedale.
Fabio poi tornerà a camminare e grazie ad alcune rivelazioni e all’aiuto di Fabio Terzi proverà a tornare da Cristina per riprendere la loro relazione.

 

Formato del Libro: Digitale e Cartaceo

 

Compra su Amazon La Certezza del dolore