Home Libri Tra la Via Lattea e il Paradiso Perduto

Tra la Via Lattea e il Paradiso Perduto



Titolo del Libro: Tra la via lattea e il paradiso perduto

Nome Editore: pubme

Autrice: Caterina Siciliano

Mi chiamo Caterina e per rendere il tutto un po’ più misterioso ed intrigante a volte mi faccio chiamare Kate. Ho 19 anni e da quando ne avevo 14 ho scoperto il mondo della scrittura tramite un’applicazione per il telefono chiamata Wattpad.

Mi sembrava un nuova dimensione, così libera da poter digitalizzare i miei pensieri e sentimenti. Con il tempo è diventato qualcosa di più grande, che mi ha spinto ad immaginare diversi progetti nella mia testa. Sono una ragazza che ha sempre lavorato da sola, senza chiedere l’aiuto di nessuno, determinata a raggiungere degli obiettivi. Ho dei sogni nel cassetto, un po’ come tutti. Ho tante passioni, come la fotografia, le lingue ed i viaggi. Sono innamorata della vita e mi definisco una “hopeless romantic”. Scrivere per me è terapeutico, come per tanti letterati nel mondo. Credo fortemente nel valore delle parole, per questo bisogna stare attenti a pronunciarle.

Quando poi vengono scritte assumono una potenza ulteriore: quando si parla talvolta non si possono cancellare le parole, mentre quando le si scrive si può tirare una riga sopra oppure cliccare il tasto “canc”. In ogni caso, sono qui perchè sento di avere qualcosa da dire al mondo, non so ancora precisamente come, ma mi piacerebbe diventasse un lavoro, un giorno. Intanto scrivo e scrivendo vivo.

 

Il Libro

Tra la via lattea e il paradiso perduto è il titolo della mia raccolta di poesie. Data la mia passione per le lingue ho deciso di sperimentare qualcosa di nuovo: poesie in italiano e poesie in inglese.

Questo titolo è nato da una poesia a cui tengo in particolare, scritta proprio in inglese. Viviamo tutti nel mondo dei sogni, lassù nel cielo. Ormai in questa società siamo soliti guardare in basso ma appena alziamo lo sguardo ci poniamo tante domande a cui spesso non troviamo risposta e ci lamentiamo del nostro piccolo “angolo di paradiso” perchè non lo troviamo più, sembra perso. Ma nel momento in cui abbiamo la nostra “epifania del profondo”, ci rendiamo conto che la vita per quanto difficile, è costruita con tante nostre piccole tessere di un puzzle.

Se ce ne manca qualcuna, sarà proprio la nostra forza e la nostra personalità a realizzare i nostri sogni. Queste poesie sono composte da parole e immagini che possono sembrare banali, scritte da una giovane sognatrice illusa, ma in realtà sono giochi, rime, trucchi per sorridere un po’ di più alla vita. Mi affascinava l’idea di proporre al lettore una magia intrinseca, nelle pagine, nelle persone, nell’ambiente che ci circonda.

È difficile crederci quando si vivono momenti complessi ma come si suol dire: “è dalla pioggia che nasce l’arcobaleno”. Sono giovane e ho ancora tante cose da imparare. Ma quando ho un’idea in testa cerco di fare il possibile per metterla in pratica e questo è il mio piccolo grande progetto, ricco di malinconia ma anche di ottimismo. Se vi state chiedendo quale sia la trama, beh, ciò che c’è di interessante è che non c’è una trama effettiva, però le poesie sono collegate dal famoso “filo rosso” della leggenda giapponese.

Infatti lo scopo del mio libro è lasciare che il lettore si immedesimi in delle immagini, simili o completamente opposte, ma che convivono in una stessa dimensione paradossalmente fuori dalla realtà. Per quanto riguarda lo stile mi sono sentita molto libera: scrivere è anche essere liberi, per cui ho sperimentato versi liberi, spontanei, quasi come un flusso di coscienza, rime baciate o alternate. Essendo giovane e autodidatta, lo studio del libro è partito solamente da me. Ho realizzato tutto da sola, l’unico aiuto è stato per la copertina: una ragazza gentilissima che lavora nel campo della grafica ha accettato di darmi una mano ed il risultato è stato più che soddisfacente.

Sono davvero soddisfatta del lavoro che sono riuscita a portare a termine e del fatto che qualche personcina abbia acquistato il libro e abbia avuto un riscontro positivo. Purtroppo il mio pubblico è ristretto alla mia cerchia si amici e parenti, non solo perchè sono un’autodidatta, ma anche perchè non mi piace sponsorizzare sui social network per poi non ottenere nulla.

Però allo stesso tempo sento questo bisogno di chiedere aiuto ai “piani alti”, non tanto per un guadagno economico, ma sopratutto per un riscontro a livello morale, per poi avere quella spinta che mi servirebbe per avviare nuovi progetti.

 

Formato del Libro: Cartaceo

 

Acquista su Amazon Tra la via lattea e il paradiso perduto