Home Blog

La Rivincita del Genere “Memoir”

0
La Rivincita del Genere “Memoir”

“Chiunque abbia vissuto può scriverne uno!” ha dichiarato nel 2015 durante un’intervista Mary Karr, autrice del bestseller The Art of Memoir (pubblicato nello stesso anno) e della straordinaria autobiografia Il club dei bugiardi (1995), che aveva suscitato, nientemeno, l’entusiasmo e l’ammirazione di Stephen King: “Sono rimasto folgorato dall’autobiografia di Mary KarrIl club dei bugiardi. Non solo dalla sua ferocia, dalla sua bellezza e dalla straordinaria abilità dell’autrice nel restituirci un certo lessico americano, ma dalla sua completezza: la Karr ricorda ogni dettaglio dei primi anni di vita”.

In seguito, Mary Karr è diventata un vero e proprio guru del genere autobiografico, e ancora oggi tiene corsi di scrittura di sé sia online sia dal vivo, che vanno sempre esauriti in brevissimo tempo. Anche nel nostro Paese l’offerta in questo senso è sempre più ampia, perché sono in continuo aumento le persone che sentono la necessità di essere ispirate e guidate nella stesura della propria storia, che si tratti di semplici privati, di aziende o di attività imprenditoriali. Molto spesso si ricorre all’aiuto di un ghostwriter, un professionista della scrittura che scrive il libro al posto dell’autore senza figurare in copertina.

Autobiografia e Memoir

A sostegno della sua tesi sull’autobiografia, la Karr ha aggiunto di esserne una grande estimatrice perché esso è “trash” e “primitivo” nel senso buono del termine: è proprio questo che lo rende così speciale ai suoi occhi. In effetti le autobiografie, o meglio i memoir – c’è una grossa differenza tra i due, perché l’autobiografia prende in esame la vita intera di una persona, mentre il memoir si concentra su una particolare porzione di essa, meglio se associata a un tema dominante – sembrano andare incontro a una popolarità sempre crescente. Basti pensare che la National Association of Memoir Writers (NAMW), fondata negli Stati Uniti da Linda Joy Myers nel 2007, ha visto raddoppiare il numero dei propri iscritti negli ultimi anni. Anche nel nostro Paese il genere funziona, e sono molti i titoli che riescono a scalare la classifica dei bestseller raggiungendo le prime posizioni: come lo splendido Open, che ripercorre la parabola umana e sportiva del grande tennista Andre Agassi, o il più recente Becoming della ex first lady americana Michelle Obama.

 

Dagli Albori al Presente

Sono stati gli anni Novanta a segnare l’inizio di questa nuova fioritura, con punte come Le ceneri di Angela di Frank McCourt, La mia famiglia e altri animali di Gerald Durrell o Lungo cammino verso la libertà di Nelson Mandela. Ciononostante, il rapporto con il mondo dell’industria editoriale è sempre stato piuttosto complicato, a meno che l’autore non sia dotato di una buona piattaforma di pubblicazione, di una “voce” narrante molto convincente e di un tema forte.

Anche per questo sono sempre più numerosi gli scrittori che, dopo essersi visti rifiutare il manoscritto dalle case editrici tradizionali, decidono di prendere in mano la situazione in prima persona scegliendo la via del self publishing. Alla base di tutto però ci vuole una motivazione autentica e profonda, una spinta che venga da dentro e che abbia a che fare con l’espressione di sé, con il bisogno di essere finalmente ascoltati e “visti”: anche così un lutto, una malattia grave, soprusi fisici e psicologici possono essere elaborati e superati, alla luce della comprensione e della condivisione.

Nata Assassina

0
Nata Assassina

Titolo del Libro: Nata Assassina

Nome Editore: Youcanprint

Autrice: Rosalia Colella

Nata a Marcianise(Ce) il 10/05/1949, vivo a Capua(Ce). Ho avuto sempre passione per la scrittura. Sono presente con poesie in molte antologie letterarie e in “aforismario” con aforismi inediti; ho pubblicato moltissime raccolte di poesie ; ho pubblicato raccolte che comprendono migliaia di aforismi; ho pubblicato le seguenti opere di narrativa:

  • Il carcere, non solo muri grigi che guardano il cielo
  • Nata assassina
  • I cani non parlano
  • Il misterioso regno perduto di Agarthi-Shamballah.

 

Il Libro

Questo libro,disponibile in formato cartaceo ed in ebook, dal titolo”NATA ASSASSINA”, da me scritto, è stato pubblicato da youcanprint nel 2016, non è lunghissimo, ma racchiude con linguaggio semplice e accessibile la storia di una ragazza che viveva in una zona di campagna con la matrigna e il padre, entrambi ignoranti e rozzi .

Il padre che per giunta era ubriacone, non le voleva bene e la chiamava assassina, reputandola responsabile della morte della moglie che era venuta meno proprio mentre nasceva Cesarina. Non bastavano i guai che alla ragazza provocava l’ambiente familiare distaccato e privo di amore, perchè ne arrivarono altri. Un giovane prepotente, arrogante la violentò.

Cesarina sebbene fosse rimasta incinta non in virtù di un atto sessuale voluto, fu reputata comunque una svergognata e dato che nel periodo in cui accadde il tutto , l’aborto non era consentito, fu costretta dal padre e dalla matrigna ad abortire per mano di una “mammana”.

Rimase traumatizzata! Al male subito si aggiunse altro male: la vita le era sfuggita di mano! Ebbe però tanta forza e coraggio da riprenderla ! E’ questa una storia piena di eventi che va letta tutta e subito perchè trascina il lettore che si sente spinto a conoscerne la fine. Buona lettura!

 

Formato del Libro: Cartaceo

 

Compra il Libro su Amazon

Acquista su Amazon Nata Assassina

Non Sono un Assassino

0
Non Sono un Assassino

Titolo del Libro: Non Sono un Assassino

Nome Editore: Apollo Edizioni

Autore: Alberto Faregna

Attore e artista di strada, nel senso di musicista folk, appassionato di belle lettere e di belle cose, convinto che l’arte promuove il lato migliore dell’essere umano, faccio incontri straordinari da marciapiede delle mie esibizioni musicali on the road.

Ateo, ex comunista, amANTE dell’Opera e disprezzatore del calcio. Ammiro il pugilato e le corse di cavalli. Fumo saltuariamente il sigaro toscano da gourmet e non da vizioso. Apprezzo le donne e il buon vino, sono sempre stato single eterosessuale. Ho fatto studi di pianoforte e disegno, amo dipingere. Ma non posseggo uno stile personale.

Ho un blog ANIMASOLITARIA, ho un libro su amazon IL POTERE SUI MORTI, un horror incentrato su uno schema che passa attraverso diverse epoche cronologiche. Esiste solo in versione epub. Sono onnivoro, ho votato per Grillo ma non aspiro al reddito di cittadinanza, lo reclamo per gli altri. Sono fortunato perché sono vivo e non ho malattie gravi, sono sano.

Ho goduto di un’esistenza favorevole e non ho toccato mai drammi familiari particolari. Sono convinto della possibilità di istituire una università della narrativa allo scopo di sformare scrittori. Ciò darebbe luogo alla letteratura italiana, che attualmente non esiste perché vi sono solo degli scrittori italiani. Ho una sorella e un fratello.

I genitori sono defunti. Amo il cinema americano dell’era bianco e nero quando gli sceneggiatori erano solidi romanzieri e i registi manipolavano la macchina da presa con assoluta maestria.

 

Il Libro

Per un noir le atmosfere cupe e criminali non sono sufficienti, nel piatto urgono relazioni, problemi coniugali, complicazioni del moderno esistere. Abitudini e curiosità, colpi di scena, dubbi e tormenti che stringono il lettore in un’ansia di chiarimento.

Perché uccidere? Lo scoprirete leggendo ammesso che si debba uccidere, dal momento che NON SONO UN ASSASSINO, e ho sempre camminato su sentieri scoscesi e bordi di anfratti col rischio di cadere. Ma viaggiatore della vita, nel mio zaino ho trucchi, malefici e simpatici vizi che attraggono i più.

Dove li ha cavati la mia fantasia? Nelle pieghe nascoste dell’esistenza, in quei timidi recessi che voi tumultuando le vostre giornate coll’occhio sulle lancette dell’orologio, non avete mai osservato. Tant’è, la vita si allunga come il mantice di una fisarmonica ed emette lamenti e risa, orgasmi e accordi corali in un fuoco d’artificio di personaggi veri e improbabili, ricordate come disse Fellini: SOLO I VISIONARI SONO REALISTICI

 

Formato del Libro: Digitale e Cartaceo

 

Compra il Libro su Amazon

Acquista su Amazon Non sono un assassino. Thriller of love

La Guardiana del Giardino

0
La Guardiana del Giardino

Titolo del Libro: La guardiana del giardino

Nome Editore: Booksprint

Autrice: SUSY Tolomeo

Vivo nella sesta provincia della Puglia e mi occupo di promozione sociale attraverso la mia associazione, coinvolgendo gli adolescenti meno abbienti con attività culturali e artistiche. Scrivo su un giornale on line e sono al mio sesto libro. Dipingere è la mia passione e spesso incluso nei miei libri le immagini da me realizzate.

Prediligo il genere fantasy. Nelle letture e nei miei scritti la fantasia si fonde con il vero fino a diventare credibile. Amo il territorio in cui vivo e sovente mi soffermo a scrivere di miti e leggende caratteristiche dei posti a me cari.

 

Il Libro

La guardiana del giardino rappresenta uno spirito benevolo che accompagna in un viaggio nel tempo il protagonista di questo racconto. Il suo nome è Falco e nasce in Giappone.

Falco ama combattere ma per il bene. È provvisto di armatura sebbene abbia un cuore buono. Falco incontra Una donna di nome Iris (ma nel racconto si identifica col nome di Gabbiano) e parlando della loro vita attuale i due raccontano di altre vite passate in cui i loro nomi cambiano, diventando eroi di altre guerre.

Il loro viaggio a ritroso nel tempo li porta dalla Grande guerra fino a toccare il tempo della nascita di Gesù in cui i due personaggi scoprono di essersi amati. Il viaggio in questa vita per Falco finisce e sarà l’ultimo perché la Guardiana del giardino gli consegna l’elmo a corredo della sua armatura, svelando al giovane guerriero un’importante verità.

Formato del Libro: Cartaceo

Acquista su Amazon La guardiana del giardino

Redazione Pedagogica – Quando l’educazione fa notizia 2015/2017

0
Redazione Pedagogica – Quando l’educazione fa notizia 2015/2017

Titolo del Libro: Redazione Pedagogica – Quando l’educazione fa notizia 2015/2017

Nome Editore: Youcanprint – Maggio 2018

 

Autrice: Silvia Ferrari

Saluti dalla Sardegna ^_^ Sono una pedagogista, webmaster/blogger/editor supervisore redazionale e autrice cagliaritana, mi occupo di divulgazione pedagogica attiva su piattaforme social attraverso pagina personale FB “Redazione Pedagogica” attiva dal 2013 (in avviamento verso i 10.000 al momento che scrivo qui) e dall’omonimo sito creato da sola online dal 2015 e ampiamente indicizzato in tutte le sue sezioni su Google grazie ai numerosi tag a margine degli elaborati a firma.

Nella mia divulgazione online svolta con educazione e garbo verso i tanti utenti che mi seguono, mi occupo di fare anche inclusione e accessibilità informatica per non vedenti, anticipando ogni mio contenuto postato da ampio testuale descrittivo a favore di sintesi vocale (es. Jaws, Nvda), strumento che permette ai non vedenti la fruizione dei contenuti in modo autonomo che, proprio grazie alle sintesi, sono vocalizzati e quindi letti.

Nella pagina personale e sul sito collabora come 2° ruolo un collega editor e divulgatore non vedente, la funzione editor è puramente testuale quindi accessibile senza pensare alla grafica. Sempre in pagina personale, accolgo spesso gli utenti con poesie/saluti e filastrocche in rima baciata, che sono molto apprezzate. La pedagogia digitale che divulgo ha dietro un background umano/esperienziale e formativo. Su You Tube ho attivato omonimo canale, in cui sono già presenti alcune clip video tratte da eventi socio/educativi.

Tra gli altri progetti extra-sito, sto elaborando saggi pedagogici e forse un romanzo.. Tempistica non so, spero di riuscire, scrivere mi piace quanto divulgare la pedagogia in modo “sano”. Ringrazio di cuore quanti seguono la mia attività online, i traguardi sono merito principalmente degli utenti, sono loro il vero “motore” dinamizzante di pagina e sito. Rinnovo i saluti dalla mia terra di Sardegna e… buona lettura!

 

Il Libro

Il testo raccoglie i 54 articoli spalmati su 4 sezioni redazionali del mio sito (Notizie, Dialogica Educativa, Recensioni, EducArticolando) ordinate cronologicamente per creazione delle stesse e al loro interno, anche i contenuti in stampa sono proposti in “consecutio temporum”.

Ho fatto da sola l’impaginato dei files e, andando in self-publishing, ho scelto personalmente la grafica di copertina con le matite colorate, che richiamano vagamente le stesse del profilo della pagina personale e indicanti le sfumature dell’educazione e delle emozioni che tutti viviamo.

Il motto “Quando l’educazione fa notizia” ideato da me richiama al concetto di “doppia medaglia” di educazione che, come spesso appare da news su media, è positiva o negativa dipendente anche dall’accessibilità interiore di partenza dei soggetti coinvolti. Il testo in stampa è il font Candara 16, un “carattere” pulito, leggibile e senza fronzoli, il formato digitale testuale attraverso app di lettura dedicate è fruibile su e-reader, pc, ipad, tablet.

I temi trattati spaziano su eventi che conosciamo e/o abbiamo vissuto/sperimentato: cecità, separazione, infanzia, fiabe, resilienza, artelier, etc e diversi elaborati sono arricchiti da poesie in rima. La lettura di questo libro non ha un target specifico e, considerando i temi esposti, è rivolta a tutti.

Formato del Libro: Digitale e Cartaceo

 

Compra su Amazon Redazione pedagogica. Quando l’educazione fa notizia 2015/2017